Slotmob, De Palo: facciamo colazione solo nei bar disinfestati dalle slot

Roma, 10 maggio 2014 – «Premiamo le virtù civili, facciamo cultura e opinione. Rendiamo visibile e pubblicizziamo attraverso i social network la scelta di quegli esercenti che hanno detto basta alle slot!». Queste le parole di Gianluigi De Palo, capogruppo della Lista Civica CittadiniXRoma a margine della tappa romana dello #Slotmob,manifestazione che in tutta Italia ha mobilitato migliaia di cittadini che hanno deciso di dire basta al gioco di azzardo e che stamane si è svolta presso l’American Bar / Bar Zero 9 in zona Giulio Agricola.
«La situazione è preoccupante e peggiora ogni anno di più. Secondo alcuni dati pubblicati di recente dalla Caritas, infatti, Roma è la capitale italiana del gioco d’azzardo con 718 sale slot. Non solo: si è passati da una spesa pro-capite per il gioco di 500 euro, nel 2004, ai 1.200 euro nel 2011 sino ad arrivare ai 1668 euro dello scorso anno».
«Aderiamo sin dalla sua fondazione allo #slotmob perché l’azzardo legalizzato – continua De Palo – sta creando nuove vittime, povertà e dipendenze. Non si può più andare avanti e mentre chiediamo con forza una legge nazionale che regolamenti in modo serio il gioco di azzardo, insieme a tanti cittadini ci mobilitiamo andando a fare colazione solamente in quei bar “disinfestati” dalle slot e/o altri giochi d’azzardo».

I commenti sono chiusi