Diritti: De Palo, l’omofobia va condannata senza se e senza ma

via-costantino

«L’omofobia è sinonimo di ignoranza. E’ qualcosa che va condannato senza se e senza ma. Spero che gli inquirenti facciano chiarezza su questo atto di violenza gratuita. Qui non si tratta di ragionare sui diritti, ma di perseguire ogni forma di discriminazione fatta nei confronti di persone indipendentemente dal fatto che si tratti di disabili, omosessuali, eterosessuali o immigrati. Ogni persona è degna di rispetto per il solo fatto di essere persona. Per questo non posso che manifestare la mia vicinanza ai volontari dell’associazione». Così Gianluigi De Palo, capogruppo della lista civica “Cittadinixroma” in merito all’attacco violento presso la sede di Digayproject.

I commenti sono chiusi