Testamento biologico: una delibera inutile

 

AvvenireQuesto è un articolo di Avvenire di questa mattina.
Sono stato eletto per migliorare la vita concreta dei romani, non per scimmiottare il parlamento su un tema astratto che esula dalle competenze comunali.
Venite con me a domandare ai romani se gli interessa una città con servizi che funzionano o una con il Registro sul Testamento Biologico. Venite a domandare ai lavoratori della Multiservizi se preferirebbero una risposta alla loro situazione attuale o la possibilità di mettere una firma per decidere qualcosa di più grande di loro.
La cosa che più mi preoccupa è la maggioranza trasversale. Hanno votato con i radicali il PD, SEL, la Lista Marchini, il Nuovo Centro Destra, il M5s…
Ribadisco: la questione ideologica è morta. Le nuove alleanze sono legate a visioni antropologiche differenti.
Quale idea di uomo, di famiglia, di libertà, di vita lega queste persone che litigano praticamente su ogni decisione di aiuola o semaforo che vengono messi nella nostra città?
Questa sul Testamento Biologico è una delibera inutile. Tra un anno vedrete la percentuale delle persone che hanno firmato. Senza contare la distrazione di fondi pubblici (ci sarà bisogno di un ufficio e di alcuni dipendenti) per raccogliere documenti che non avranno alcuna valenza alla luce della mancanza di una legge nazionale.

I commenti sono chiusi