SUBITO RISORSE PER NATALITA’ E FAMIGLIA

Una mia intervista ad Avvenire – opera di Arturo Celletti – sul futuro Governo Draghi
«Questo è il momento giusto per superare gli egoismi. Già gli egoismi. Quelli dei garantiti rispetto ai non garantiti. Quelli dei padri rispetto ai figli. Il mio egoismo rispetto ai miei 5 figli. Stiamo prendendo in prestito dall’Europa 209 miliardi. Una cifra mostruosa per riaccendere i motori dell’Italia. Tutto bello. Tutto giusto. Ma quei miliardi non li pagheremo noi padri, li pagheranno i nostri figli. E allora abbiamo il dovere di metterli nella condizione di farcela. Di restituirgli un’Italia giusta. Con più scuola, più ricerca, più innovazione, più lavoro. Un’Italia che sappia difendere l’ambiente e vincere le disuguaglianze. E ora, all’improvviso c’è Mario Draghi…». Gigi De Palo si ferma e sorride. «Ho una richiesta per il futuro presidente del Consiglio. Anzi due richieste. Le richieste del Forum delle Associazioni familiari. Le richieste delle famiglie italiane. Declini il suo wha-tever it takes, il suo costi quel che costi, restituendo centralità alle giovani generazioni. Le metta al centro del ‘Progetto’. Crescita e rinascita passano da loro». Il presidente del Forum racconta l’Italia nella stagione del Covid. Le rinunce. I sacrifici. I momenti duri. «Le famiglie hanno retto l’Italia. L’hanno tenuta in piedi. Hanno dimostrato coraggio. Responsabilità. Ma ora tocca alla politica e a chi guiderà il governo. Servono riforme coraggiose per proteggere il presente e il futuro delle famiglie. E servono ora. Anzi i momenti di crisi sono i momenti migliori per rompere gli schemi. Sono occasioni uniche per fare quello che non si è mai fatto. In Francia il quoziente familiare è stato fatto durante la Seconda guerra mondiale…».
Il resto lo trovate qui https://tinyurl.com/y8rl2t4p
E voi che ne pensate? Concordate?

I commenti sono chiusi