A volte ritornano…

canna

L’Italia è piena di cattivi maestri. La cosa più grave è che, attualmente, molti di questi siedono in parlamento. Ciclicamente ritorna il tormentone sulla legalizzazione delle droghe leggere. In queste ore, infatti, se ne sta anche discutendo in Parlamento con il sostegno di ben 221 deputati!

E se ieri Roberto Saviano su Twitter scriveva: #Legalizzare le droghe leggere è unica strada per sottrarre capitali alle organizzazioni criminali #fuorilepalle“, mostrando una sua foto mentre si faceva una canna, qualche tempo fa il grillino Di Battista l’ha buttata talmente tanto in caciara da dire, intervistato da una radio: “La legalizzazione delle droghe leggere? Sono d’accordo. In questo modo è possibile recuperare molti denari, da investire per esempio per aiutare le forze dell’ordine”.
Peccato che, come sempre, non si considerano tutti gli attori coinvolti nella storiella a lieto fine…
Ma ci pensate?
Cari ragazzi fatevi le canne che così miglioreremo il mondo!
Comprate marijuana che le città saranno più sicure!
Aiuta un carabiniere, fatti una bella canna!

Cari amici che dite un paio di fregnacce a settimana, ma ci siete mai stati in una Comunità di recupero per tossicodipendenti? Ma avete mai parlato con quei ragazzi?

Il 99% di questi ti dicono che hanno iniziato facendosi una canna, altro che droghe leggere che non creano dipendenze… (Per farvi un’idea, guardate qui… https://youtu.be/qcwkCFXdQv4, bravo l’amico Pino Ciociola)

L’ho detto e lo ripeto: siamo diventati il Paese del condono: hai portato i soldi all’estero per evitare le tasse italiane? Tranquillo, qui si condonano i crediti di coloro che li hanno esportati.

La gente scommette? Piuttosto che lottare seriamente contro il fenomeno, legalizziamo le scommesse, distruggendo le famiglie che si indebitano giocando ad un gioco approvato dallo Stato.
Anche qui la legalizzazione avrebbe dovuto portare soldi allo Stato, non è vero?

Così vorremmo fare lo stesso anche con le droghe leggere: alcuni ragazzi si fanno le canne? Non andiamo a fare prevenzione nelle scuole dicendo ai giovani che fa male… No, legalizziamo la marijuana…

Stiamo trasformando la nostra pigrizia e la nostra incapacità di trovare soluzioni politiche in compromessi dal breve respiro e dai danni futuri incalcolabili.

I commenti sono chiusi